Fedon People: Elisabetta Gava, nel nuovo ruolo di Key Account racconta il suo primo progetto di astucci sostenibili.

07 luglio 2021

Oggi per la rubrica Fedon People conosceremo meglio il business Fedon dedicato ai produttori di occhiali.
Elisabetta Gava, da poco nel nuovo ruolo di Key Account ci racconta gli step principali che hanno portato alla realizzazione del suo primo progetto sostenibile.

Da customer service OEM a Key Account

Lavoro in Fedon da quasi 7 anni, ho iniziato il mio percorso nel ruolo di Customer Service OEM, prima seguendo i clienti più piccoli e poi ho avuto l’opportunità di seguire alcuni dei nostri principali clienti.

Da poco più di un anno sono passata ad occuparmi delle vendite, diventando Key Account.

Ritengo molto formativo il percorso che ho intrapreso all’interno dell’azienda, perché ho avuto la fortuna di conoscere vari aspetti, opportunità e criticità del mio attuale lavoro potendolo vedere da diverse angolazioni, oltre ad avere avuto l’occasione di collaborare con diversi colleghi che altrimenti non avrei conosciuto così approfonditamente.

Il punto forza di questo mio percorso è sicuramente la visione a 360° delle attività della mia divisione.

Come nasce una custodia per occhiali ecologica

Uno dei primi progetti a cui ho lavorato nel nuovo ruolo è stato la realizzazione di un astuccio per una start up molto attenta alla sostenibilità che, come noi, è costantemente alla ricerca e al lavoro per trovare soluzioni che possano rendere meno invasivo il proprio impatto sull’ambiente.

Iniziare con un progetto sostenibile è stato sfidante, ma molto bello ed interessante, soprattutto perché sono stata affiancata dalla nostra Sustainability Manager, una figura istituita recentemente in azienda, che ha il compito di guidare le azioni e le scelte del nostro business verso una transizione sempre più rivolta alla sostenibilità.

Tornando al progetto, la ricerca dell’astuccio, sia in termini di forma che di materiali, doveva rispecchiare il più possibile la filosofia del Brand. Il cliente ha potuto quindi visionare e scegliere tra diversi astucci campionati realizzati con materiali sostenibili, finché ha trovato quello che faceva per lui, un modello morbido in cartoncino con chiusura ad incastro.

Oltre alle dimensioni ridotte, proprie degli astucci morbidi, che già comportano un minor impatto nei trasporti, anche l’utilizzo dei materiali in questo modello di astuccio è stato attentamente calcolato. Sono stati impiegati per la sua realizzazione solo due materiali, cartoncino e microfibra riciclata proveniente dalle bottiglie di plastica PET (inserita per la protezione delle lenti). La chiusura è ad incastro, pertanto non sono state aggiunte né calamite né bottoni.

L’astuccio che ne è derivato risponde ai requisiti CASE2Green, un label made in Fedon che certifica la valenza sostenibile del portaocchiali in termini di materiali utilizzati, fasi di trasporto e processi lavorativi impiegati.


Sfide e successi: PIRO

Lo sviluppo e la successiva messa in produzione del progetto si sono svolti tra la fine del 2019 ed i primi mesi del 2020, un tempismo perfetto per intercettare le ulteriori sfide che la pandemia ci ha messo davanti.

Lavorare ogni giorno con materiali innovativi permette sempre di imparare qualcosa di nuovo, sia dal lato del design che da quella tecnica.

In questo progetto ad esempio, il cliente voleva stampare all’interno dell’astuccio con un colore a contrasto ma, data la conformazione del materiale di base caratterizzata dalle venature tipiche del cartoncino, la personalizzazione non sarebbe risultata leggibile. L’ufficio tecnico ed io abbiamo dovuto sperimentare diverse soluzioni prima di arrivare a realizzare la personalizzazione perfetta, e la scelta è ricaduta su un carattere assottigliato e una stampa a carta, tecnica che, tramite un punzone imprime il materiale e rilascia un sottile foil colorato.

Così è nato PIRO, un nuovo modello fino a quel momento solo campionato che finalmente ha potuto vedere la luce in produzione su larga scala.

Hai in mente un progetto sostenibile ma non sai come realizzarlo?

Scrivi ad Elisabetta, sicuramente potrà indirizzarti sui primi step da intraprendere

Contatta Elisabetta

Contatti

Vuoi scoprire le
creazioni Fedon?

Ci lasciamo ispirare dalle idee più belle e le rendiamo realtà trasformandole in accessori che comunicano, emozionando.

Contattaci per scoprire come dare nuovo valore al tuo Brand.

CONTATTACI